LEGGETE, AMATE, VIVETE IL VANGELO CARPI, 15 GIUGNO 1986 • DOMENICA: S. GERMANA

Figlioli, grazie! Ma grazie la Mamma vuole dovervelo dire perché vi sforziate, perché vivete nella luce di Dio. Figlioli, leggete, amate, vivete il Vangelo. E’ parola di Dio. Attingete per la vostra anima il cibo, attingete per il vostro corpo la mortificazione, attingete la luce, la luce, la luce di Dio. Non datevi a tante altre moderne, – voi dite – moderne ricerche. Dio, Gesù vostro Fratello, è sempre al vostro fianco, ma voi andate sovente là dove, racchiusi nel Tabernacolo, Corpo e Sangue vi attendono per inondarvi, ancora e sempre, di Amore, di grazie. Ricordate i Santi Sacramenti: prima la S. Eucarestia. Vivete nella luce del Vangelo, vivete in umiltà; vivete in carità. Dove c’è la carità, dove c’è l’amore verso Dio e verso tutti i fratelli, lì c’è Dio. A casa ciascuno di voi rilegga un brano del S. Vangelo. Ricordate bene: Matteo capitolo 5°, dal verso 38 fino alla fine. Leggetelo, studiatelo, esaminatelo, proponete di viverlo. La Mamma della pace ancora verrà da voi per chiedervi, per implorarvi, figli miei, preghiera, umiltà, carità, amore, amore, amore, penitenza, mortificazioni. Sono le parole di vita di Gesù, vostro fratello, che per voi, per tutti ha sofferto, è morto sulla croce, ma per voi è risorto. Vivete nella luce della Resurrezione.
Solo l’amore, unitamente alla preghiera possono aiutarmi a trattenere la mano di Dio. Forza, datemi forza. Non dite: “La Mamma può fare da sola”. No, la Mamma ha bisogno di tutti i suoi figli per gridare al Figlio suo, al Fratello vostro: “Pietà, Gesù Dio, pietà di noi. Dona pace, dona pace alle nostre famiglie, alla società, al mondo”. Figlioli, tornerò presto. Non sia per voi un sacrificio il non tornare qui. Saprete poi il mio messaggio. Io tornerò giovedì a sera. Siete contenti? Allora dite: Gesù, Ti amo! Gesù, Ti amo! Gesù, Ti amo! Ti amo!
Ora pensate, figlioli, appena un attimo, ciascuno pensi: Ho detto a Gesù col cuore veramente, Gesù, Ti amo? Oh, quanto, sapete, trascinati dall’amore terreno, quanto sapete dire, ancora con veemenza: Ti amo! E a Gesù, a Dio, sappiate dire innamorati: “Gesù, Ti amo”.
Ecco, giovedì a sera, mi raccomando, senza alcun sacrificio, perché là dove un fratello, un mio figliolo, là dove attende, la Mamma gli è vicino. Non ci sono barriere all’amore di Gesù e Gesù vuole che la Mamma segua tutti i figlioli e la Mamma gioiosa li segue e conosce gli entusiasmi, conosce l’impegno, conosce i dolori, le angosce, conosce i tradimenti. Fate che conosca sempre di voi, dei vostri fratelli, di tutti, l’amore a Dio Padre, a Gesù Figlio Fratello vostro, allo Spirito d’Amore. Coraggio, figlioli, dovete percorrere questa via! Non dite: “E’ tanto difficile!” Dite: “Gesù mio, Tu che hai percorso la via più dolorosa, insegnami, aiutami a percorrere la mia via che è la tua via, per raggiungere Te”. E la Pace del Signore vi accompagni.